Com'è la situazione sanitaria in Svezia? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Svezia? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Il livello delle strutture sanitarie in Svezia è alto, con un buon grado di affidabilità (http://science.italianembassy.se/medical_information.html). Per le visite specialistiche i tempi di attesa sono molto lunghi. La maggior parte dei farmaci sono venduti esclusivamente su presentazione di ricetta, rilasciata da medici svedesi. I prodotti sanitari da banco sono sufficientemente reperibili. I cittadini italiani che si recano temporaneamente per studio, turismo, affari o lavoro nel Paese (Stato membro dell'Unione Europea) possono ricevere le cure mediche necessarie previste dall'assistenza sanitaria pubblica locale se dispongono della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) detta Tessera Sanitaria. Per maggiori informazioni al riguardo si consiglia di consultare la propria ASL o il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it (Temi: Assistenza italiani all'estero e stranieri in Italia).
Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere un viaggio in Svezia, una assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l'eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
I prati e le zone boschive possono essere infestati, specie nel periodo estivo, da zecche la cui puntura può procurare anche infezioni cerebrali, talvolta mortali (borreliosi di Lyme, encefalite da morso di zecca (TBE). Nell’ovest del Paese, vicino alla zona di Göteborg, sono stati rilevati casi di volpi portatrici di tenia murina, parassita intestinale che può essere trasmesso ad altri animali come cani e gatti e, sebbene raramente, anche all’uomo. Le Autorità veterinarie svedesi consigliano a coloro che si recano nella predetta zona di lavarsi bene le mani dopo aver toccato animali, piante o altro e di cuocere accuratamente i funghi e lavare le bacche raccolte.