Com'è la situazione sanitaria in Lettonia? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Lettonia? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
In Lettonia la situazione sanitaria è generalmente accettabile, ma le strutture medico-ospedaliere, soprattutto pubbliche, presentano standard inferiori a quelli abitualmente riscontrati nei Paesi UE.
Trattandosi di un Paese dell’Unione Europea, per ottenere l’assistenza sanitaria locale è necessario munirsi della Tessera Europea di Assicurazione Malattia (TEAM) (o “Tessera Sanitaria”), entrata in vigore il 1° novembre 2004 e sostitutiva del mod. E 111, che viene distribuita in Italia dal Ministero dell’Economia e Finanze a tutti gli iscritti al Servizio Sanitario Nazionale. Coloro che non l'avessero ancora ricevuta possono rivolgersi alla propria ASL per maggiori informazioni al riguardo o consultare il sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it (Aree tematiche salute e cittadino; assistenza italiani all'estero e stranieri in Italia). Si ricorda che la TEAM non sostituisce l’assicurazione sanitaria, ma garantisce al possessore le cure “medicalmente necessarie”, nella stessa misura in cui la Lettonia le riconosce ai propri cittadini. Non si ha perciò diritto alla copertura delle spese per rimpatrio in caso di malattia grave o decesso, nonché delle spese per trattamento medico. La Tessera non può essere utilizzata all’estero per cure di alta specializzazione. Per ottenere informazioni su tipo e modalità di prestazioni effettivamente erogate, il visitatore temporaneo dovrà necessariamente rivolgersi alle strutture sanitarie pubbliche in loco.
Si raccomanda vivamente di munirsi, prima della partenza, di una polizza assicurativa sanitaria valida per la durata del soggiorno che garantisca una copertura delle eventuali spese mediche e del rimpatrio sanitario del malato, nonché onnicomprensiva per i possibili rischi derivanti dal viaggio.
Si segnalano casi di difterite ed encefalite trasmessa dalle zecche, insetti abbastanza diffusi nei boschi e nelle aree verdi attorno alla capitale. Sono quindi consigliabili, previo parere medico, i vaccini contro queste malattie. È in rapida crescita il numero di nuovi casi di AIDS, anche se il fenomeno ha ancora dimensioni limitate.