Com'è la situazione sanitaria in Corea del Sud? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Corea del Sud? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
La situazione sanitaria in Corea del Sud è in generale buona, con personale medico competente, soprattutto nelle città principali. Tuttavia il personale medico non ha spesso una buona conoscenza delle lingue straniere. L’assistenza di un interprete e’ quasi obbligatoria. I costi di ricovero ospedaliero per i cittadini stranieri sono abbastanza elevati. Ciò premesso si consiglia di stipulare, prima di intraprendere un viaggio in Corea del Sud, un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese del malato. Tale precauzione assume particolare rilevanza per gli italiani che si recano in Corea per scopi turistici, di visita, di svago, ecc.
I lavoratori dipendenti e autonomi di diritto italiano, invece, che si recano in temporaneamente Corea per motivi di lavoro, possono usufruire di una forma di assistenza indiretta da parte del Servizio sanitario nazionale italiano sulla base di quanto disposto dal D.P.R. 618/1980. Per le procedure da seguire, si consiglia a tutti gli interessati di leggere attentamente quanto riportato nel sito del Ministero della Salute: www.ministerosalute.it/assistenza/approfondimento/sezApprofondimento.jsp?id=70&label=stra.
I cittadini stranieri residenti in Corea possono, inoltre, ottenere l'iscrizione al sistema sanitario nazionale, pagando una quota parte in relazione al reddito mentre l’altra quota viene pagata dal datore di lavoro. Si fa presente che è stato aperto a Seoul un centro di assistenza medica, operativo H24, il “Seoul Global Center” a disposizione degli stranieri che risiedono o in visita nel Paese. Il Centro in questione consentirà agli stranieri che si trovano nella Repubblica di Corea di poter usufruire di un ampio ventaglio di servizi medici con personale medico e paramedico che parla correttamente l’inglese. Tutte le indicazioni pratiche al riguardo sono disponibili sul sito: http://global.seoul.go.kr.
Si raccomanda di valutare previo parere medico, l’opportunità di procedere alla vaccinazione contro l'epatite virale tipo B e contro l'encefalopatia giapponese (questa solo per i bambini) presente soprattutto durante la stagione delle piogge (estate). Si consiglia la vaccinazione antitifica. In aumento di casi di tubercolosi. I malati sono stati curati con successo.
Nel settembre 2007 un’epidemia di congiuntivite ha contagiato oltre 1800 persone (principalmente bambini in età scolare). Negli ultimi tre anni sono aumentati in tutto il Paese (comprese alcune citta') anche i casi di malaria. I contagi di malaria sono causati dalla puntura di una particolare zanzara la cui presenza nel Paese e' aumentata rispetto al passato. Si consiglia dunque ai viaggiatori di prendere precauzioni contro zanzare e moscerini soprattutto nel periodo estivo. Per le informazioni sulla situazione sanitaria locale si suggerisce di consultare i seguenti siti: www.port.venice.it/sanimav/paesi/corea.htm; www.travelclinic.it/mondo/asia/corea.htm. Il numero per le emergenze è il 119, operativo in diverse lingue straniere (oltre il coreano), compresi l'inglese e l'italiano. Nei maggiori alberghi si può richiedere l’assistenza medica (reperimento di un dottore o l’invio di un’autoambulanza) tramite: International SOS Korea 02-790-7561, oppure 02-3140-1700 che assicura a pagamento un servizio 24 ore su 24 per emergenza agli stranieri, con l’attivazione di collegamenti tra il paziente e gli ospedali coreani.