Com'è la situazione sanitaria in Corea del Nord? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Corea del Nord? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Il sistema sanitario della Corea del Nord è molto carente negli ospedali dove, ad eccezione della capitale, è raro trovare personale in grado di parlare anche una lingua straniera occidentale. Vi è difficoltà di reperimento di medicinali. A tale riguardo si consiglia di partire con una scorta di farmaci adeguata alle proprie esigenze. Si consiglia di stipulare, prima di intraprendere un viaggio in Corea del Nord, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese.
Si consigliano, previo parere medico, le seguenti vaccinazioni contro:
• l’ epatite A e B (molto diffuse nel Paese);
• l’encefalite letargica (di tipo B o giapponese), se si intende visitare il Paese nel periodo estivo. Si rammenta che il vaccino non è facilmente reperibile in Italia;
• la difterite, il tetano ed la polio e le profilassi contro il colera e la peste.

A coloro che intendano recarsi nelle zone meridionali del Paese, dove è presente la malaria, sia pure in forma limitata, si consiglia la profilassi del caso e le misure preventive da adottare, durante la permanenza nel Paese, contro le punture di zanzara.
Nel marzo 2005, le Autorità della Repubblica Democratica Popolare di Corea hanno segnalato casi di l’influenza aviaria animale in alcuni allevamenti avicoli del Paese, incluso uno nei pressi di Pyongyang. Le stesse Autorità hanno tuttavia assicurato di avere adottato tutte le misure necessarie affinché il contagio non si diffondesse ulteriormente.