Com'è la situazione sanitaria in Paraguay? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Paraguay? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
La situazione sanitaria in Paraguay in generale è accettabile. L'assistenza pubblica, specie all'interno del Paese, è molto carente mentre nella capitale esistono alcune strutture sanitarie private (Sanatorio San Roque, Sanatorio Italiano, Hospital Francès, Clinica La Costa ecc.), abbastanza affidabili sia per il trattamento delle patologie comuni che per interventi chirurgici non di grossa entità.
Non esiste in loco un'organizzazione specializzata in rimpatri d'emergenza.
Si consiglia quindi, di stipulare, prima di intraprendere un viaggio in Paraguay, un’ assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese (Brasile, Argentina).
Sono molto frequenti, i casi di dengue (malattia causata dalla zanzara Aedes Aegypti) anche in forma emorragica, di “lesmaniosi” e, all'interno del Paese, di malaria. Per quanto riguarda il “dengue”, la malattia sta assumendo, negli ultimi anni ed in particolare durante i mesi estivi, un vero e proprio carattere epidemico giungendo a colpire varie decine di migliaia di persone, anche se va detto che i casi di “dengue emorragico” (il più grave) risultano nella pratica numericamente molto contenuti. Si registrano casi di meningite, febbre gialla e di lebbra.

Si consiglia:
- l'uso di prodotti repellenti unitamente all'adozione di altre forme di cautela quali l'uso, specie nelle ore serali, di camicie o magliette con maniche lunghe e pantaloni lunghi evitando soste prolungate all'aperto o in zone acquitrinose etc;
- previo parere medico, di vaccinarsi contro l’ epatite A e B, il tifo; il meningococco, la febbre gialla e il tetano e di seguire una profilassi antimalarica;
- di bere acqua minerale in bottiglia, senza aggiunta di ghiaccio.