Com'è la situazione sanitaria a El Salvador? Serve una assicurazione sanitaria per andare a El Salvador? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
L’assistenza sanitaria pubblica a El Salvador è carente, quella privata di discreto livello. Gli oneri sanitari e le spese ospedaliere sono molto elevate. Le farmacie locali sono provviste, in linea di massima, di farmaci essenziali. In caso di complicazioni è opportuno il ricovero d’emergenza negli Stati Uniti o il rientro in patria. Si raccomanda pertanto di stipulare, prima di intraprendere il viaggio a El Salvador, una polizza assicurativa medica internazionale, che preveda oltre alla copertura delle spese mediche anche l’eventuale rimpatrio sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese.
Sono presenti in forma endemica, come in tutti i Paesi tropicali: dengue, leptospirosi, gastroenteriti e/o manifestazioni diarroiche, (in espansione soprattutto dopo la tormenta tropicale E12 di ottobre 2011) colera, malaria, tifo, ameba, tubercolosi, meningite, epatite di tipo A, B e C, tenia, rabbia, congiuntivite batterica ed emorragica.
Durante la permanenza nel Paese si consiglia di: - adottare le massime precauzioni igieniche; - non fare uso di acqua corrente poiché inquinata e ricordare che anche l’acqua in bottiglia prodotta in loco è solo parzialmente filtrata; - prestare la massima attenzione nella scelta e nel consumo dei cibi, evitando quelli venduti per strada. - evitare l’aggiunta di ghiaccio nelle bevande consumate negli esercizi pubblici; - adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara con appositi spray repellenti reperibili nel Paese. In caso di forte febbre e malessere, si consiglia di non procedere, in nessun caso, ad automedicazioni, ma recarsi presso un centro ospedaliero (Hospital Diagnostico o Hospital de la Mujer) per una corretta diagnosi.