Com'è la situazione sanitaria in Zambia? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Zambia? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Le strutture sanitarie in Zambia, anche nelle maggiori città, sono inadeguate e molto al di sotto degli standard occidentali. Si consiglia, prima di intraprendere un viaggio in Zambia, di stipulare un’assicurazione sanitaria che preveda, oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario o il trasferimento in altro Paese. Le malattie molto diffuse anche nelle città sono l’AIDS, la malaria, la tubercolosi, la bilarzia, la meningite, la poliomielite e il colera. Sono consigliate, previo parere medico, le vaccinazioni per epatite, tetano, tifo e la profilassi antimalarica. Il Ministero della Sanità sudafricano ha diramato un nuovo comunicato per i viaggiatori diretti in Sud Africa dallo Zambia e per quelli provenienti dal Sud Africa diretti in Zambia in cui viene richiesta la certificazione della vaccinazione contro la febbre gialla. Ciò si applica anche a coloro che - provenienti dallo Zambia – siano semplicemente in transito in Sud Africa. Si ricorda che e' necessario effettuare la vaccinazione almeno 10 giorni prima della partenza.
Si consiglia inoltre di:
- adottare, durante la permanenza nel Paese, misure preventive contro le punture di zanzara;
- consumare solo verdure cotte;
- bere acqua minerale in bottiglia senza aggiunta di ghiaccio;
- consumare solo frutta sbucciata;
- portare con sé farmaci di base e antibiotici a largo spettro, data la difficoltà di reperire medicinali in loco.
È importante tenere conto che alcuni prodotti farmaceutici considerati assai comuni in Italia, quali psicofarmaci, calmanti ed antidepressivi (ad esempio il Valium o il Prozac) sono considerati dalla legge locale stupefacenti se non accompagnati da prescrizione medica. Si invita, pertanto, qualora non si possa evitare di portare con sé tali prodotti, di munirsi di prescrizione medica tradotta in lingua inglese, portando con sé solo la quantità indicata nella ricetta medica. Si sono verificati, infatti, casi di arresto e di incriminazione per traffico di stupefacenti per il semplice possesso di quantità anche limitate di psicofarmaci in eccesso rispetto alla quantità prescritta. In alcuni di tali casi gli arrestati risultavano essere in possesso di ricetta medica(per approfondimenti consultare il sito http://www.deczambia.gov.zm/docs/Cap%2096%20of%20the%20Laws%20of%20Zambia.pdf)