Com'è la situazione sanitaria in Namibia? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Namibia? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Nella capitale della Namibia le strutture medico-ospedaliere private e la reperibilità dei farmaci sono buone. In caso di particolare necessità si può ricorrere alle strutture sanitarie del Sudafrica.
Nel Kunene e nel Caprivi (al confine con l’Angola) e nella regione di Ohangwena, si è registrata, in passato, un’epidemia di colera. Inoltre, sempre nel Caprivi e nella regione di Oshikoto, si sono altresì registrati alcuni casi di meningite.
Si consiglia di:
- adottare le necessarie misure igienico-sanitarie;
- sottoporsi, previo parere medico, ad una terapia antimalarica nella stagione estiva locale (novembre-marzo) a coloro che intendano recarsi nelle regioni settentrionali del Paese. Non esistono difficoltà per rimpatri d’emergenza.
Si consiglia comunque di stipulare, prima di intraprendere un viaggio in Namibia, un’assicurazione sanitaria che preveda oltre alla copertura delle spese mediche, anche l’eventuale rimpatrio aereo sanitario d’emergenza o il trasferimento in altro Paese.