Com'è la situazione sanitaria alle Isole Comore? Serve una assicurazione sanitaria per andare alle Isole Comore? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Le strutture sanitarie delle Isole Comore sono inadeguate rispetto agli standard occidentali e mancano di servizi specialistici. È suggerita la profilassi antimalarica da iniziare prima della partenza secondo prescrizione medica e da proseguire dopo il rientro. Poco diffuso l’AIDS. Endemiche le affezioni dermatologiche e parassitarie. In caso di rimpatrio sanitario d'urgenza, i collegamenti con il continente africano non sono agevoli e l'Europa è raggiungibile solo con aerei di linea di lunga percorrenza. Per casi urgenti esiste il volo Moroni - Isola Réunion. Quest'ultima è dotata di strutture ospedaliere di standard occidentale.
Si consiglia, prima di intraprendere un viaggio alle Isole Comore, di stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda oltre alla copertura delle spese mediche, anche un eventuale rimpatrio e/o trasferimento sanitario d'emergenza in altro Paese.
Prima della partenza è preferibile consultare un medico specialista per le abituali misure di profilassi adottate nei Paesi tropicali.
Si consiglia di:
- vaccinarsi contro epatite, febbre gialla e colera, previo parere medico;
- portare con sé piccole scorte di farmaci d'emergenza;
- adottare precauzioni nella preparazione di cibi e bevande;
- mangiare preferibilmente solo cibi cotti;
- bere solo acqua e bibite imbottigliate, sigillate e senza l'aggiunta di ghiaccio;
- trattare l'acqua per uso domestico (bolliture, filtro e decantazione).