Com'è la situazione sanitaria in Costa d'Avorio? Serve una assicurazione sanitaria per andare in Costa d'Avorio? Servono vaccini o particolari precauzioni mediche?
Le strutture sanitarie private ad Abidjan, in Costa d'Avorio, sono di buon livello anche se molto costose e richiedono il pagamento anticipato delle cure. Le strutture pubbliche sono molto carenti e scarsamente affidabili.
Ad Abidjan, ma anche nel resto del Paese, esistono numerose farmacie provviste soprattutto di medicinali francesi. È necessario tuttavia munirsi, prima della partenza, di medicinali essenziali, in quanto, in ragione dell’attuale crisi socio-politica, potrebbero esservi difficoltà nel reperirli sul mercato locale.
È assolutamente necessario, prima di intraprendere un viaggio in Costa d'Avorio, stipulare un'assicurazione sanitaria che preveda, oltre la copertura delle spese mediche, anche il rimpatrio aereo sanitario d'emergenza o il trasferimento in altro Paese.
Le malattie diffuse a livello endemico sono diverse: la malaria è estesa su tutto il territorio e in alcuni casi è particolarmente grave e resistente al cloro chinino. La profilassi è consigliata ma non è efficace nella totalità dei casi. Si consiglia pertanto, prima del viaggio, di consultare un medico esperto in medicina tropicale e di munirsi di medicine per combattere la malaria nel caso di infezioni. Sono raccomandate, previo parere medico, le vaccinazioni contro la meningite, il colera, il tifo, il tetano, la tubercolosi, l'epatite A e B, oltre alla profilassi antimalarica. Sono numerose le malattie endemiche, soprattutto nelle zone rurali (colera, tifo, tubercolosi ecc.). Diffusissimo l'AIDS, specie tra la popolazione giovanile e negli ambienti urbani.
Le Autorità sanitarie locali hanno confermato - all’inizio del 2011 - la diffusione in alcuni quartieri di Abidjan di una epidemia di colera ha fatto registrare numerosi casi con alcuni decessi. Si raccomanda, pertanto, di attenersi alle misure sanitarie ed igienico/alimentari del caso.

Si consiglia di:
- disinfettarsi con mercurio cromo o altro disinfettante in caso di ferite e, qualora non si fosse vaccinati contro il tetano, di utilizzare il siero antitetanico;
- fare uso di prodotti repellenti ed indossare abiti che coprano la maggior parte del corpo soprattutto durante le ore serali e notturne all'aperto;
- consumare carni cotte, verdure e frutta disinfettate e ben lavate;
- bere acqua e bibite imbottigliate, senza aggiungere ghiaccio;
- adottare le misure igienico-sanitarie ed alimentari del caso data la presenza di tifo e colera a livello endemico;
- evitare bagni in acqua dolce e/o stagnante;
- evitare di camminare a piedi nudi anche sulla spiaggia;
- evitare il contatto con i volatili e di recarsi nei mercati e negli allevamenti a causa della presenza di casi di influenza aviaria.

In ragione del rischio di intossicazioni legate alla presenza di residui tossici di origine petrolifera in alcune zone della città di Abidjan, si consiglia di evitare il consumo di frutta e verdura di dubbia provenienza e di preferire prodotti importati facilmente reperibili nei normali canali di distribuzione. Si sconsiglia in ogni caso la balneazione nelle acque lagunari.